fammi entrare

“Apri la tua finestra, io sono lì. Sono lì fuori, sospesa come aria, come statua di vento, come fata, come soffio. Sospesa a metà strada tra il tuo cuore ed il tuo cielo. Fammi entrare, sono una piccola Peter Pan che cerca la sua ombra perduta sopra il muro della tua stanzetta. E tu non sei più bambino. Ed anch’io, … Continua a leggere

MERDA

Qualcuno deve aver manomesso il tempo. Perché non passa più. E non parlo di pomeriggi-noia, non parlo di minuti, di ore o giorni interi. Parlo di situazioni che non si schiodano. Parlo delle cose che non procedono, che non vanno avanti. Che restano al punto in cui sono: nella merda! E allora qualcuno deve davvero divertirsi lassù, visto che qui … Continua a leggere

fingendo la poesia

FINGENDO LA POESIA Una carezza si corica sulle creste agitate dell’oceano: stelline d’oro si accendono e pare il chiasso di una galassia magica. Franta e rifratta si aduna in una corsia la luce che il sole disegna andando via. Stanno due palme dove termina quella striscia di perline che galleggiano: fronde fuori fuoco gialleggiano come fuse nell’oro che le illumina. … Continua a leggere

guarita

Facciamo l’amore su uno scoglio, guardiamo l’alba, ancora un bacio ed il treno. È andata così. È l’estate. La colazione dopo la spiaggia e nelle mutande un po’ sabbia, dentro al cuore un po’ di tristezza, dentro il petto ancora il brivido di un orgasmo bellissimo. Sto in macchina con te e ti guardo mentre sorridi. Ridiamo insieme, ci divertiamo, … Continua a leggere

L’uscita di scena

L’USCITA DI SCENA Poter avere il sangue freddo di dire qualcosa che abbia un suo valore speciale per una frase di congedo finale da tutto quanto è lì lì per finire. Non all’onore e alla dignità d’intenti non al terrore di terrori indecenti non all’orgoglio da esibire con pena alludo quando penso all’uscita di scena. Quel che piacerebbe a me … Continua a leggere

salto nel vuoto

Ha fatto un passo. Nel nulla. Oltre il davanzale l’aria frizzante di maggio. Il vuoto nel petto scavato da paura e libertà. Così se n’è andata. Era una ragazza, non di più. Forse appena una donna. Ma ora non è più nulla. La conoscevo appena. “ciao”, “ciao”, nulla di più. Credo che avesse ancora molte cose da dire, invece; o … Continua a leggere

Andrea: parte 1

“Lasciarla stare, che porta solo guai.” Continuo a ripetermelo nella testa, e tra le labbra strette che hanno ancora il suo profumo bisbiglio che in realtà non me ne frega nulla; che è solo una delle tante che passano nel mio letto, una conquista del sabato sera fine a se stessa, nulla di più Però c’è qualcosa nel suo sguardo … Continua a leggere

Storia d Andrea:presentazione

QUESTA è LA STORIA DI ANDREA, DELLA SUA FATA-STREGATA. RACCONTATA, DISCUSSA, DIBATTUTA E RICORDATA COSì COME L’HO VISSUTA IO, A POCHI METRI DA LUI, A GIOIRE CON LUI, A SOFFRIRE CON LUI…A RIDERCI SOPRA CON LUI QUANDO TUTTO ERA PASSATO. È LA STORIA DI UNA STORIA, IL RACCONTO DI UN RACCONTO. CERCHERò DI ESSERE IL Più FEDELE POSSIBILE ALLA REALTà … Continua a leggere